Prodotti stagionali: ne vale la pena?

Prodotti stagionali: ne vale la pena?

Negli ultimi anni si è parlato molto della migliore dieta per il pianeta: la flessibilità è meglio del vegano? Puoi mangiare carne in modo sostenibile? Il pesce va bene? – ma all’interno di ciascuna di queste diete c’è così tanta variabilità che è difficile determinare una dieta che possa salvare la giornata mantenendo le persone felici. Mangiare stagionalmente è un’altra “scelta di stile di vita” che è stata pubblicizzata come potenziale risposta alle nostre domande sulla sostenibilità, con persone che ne cantano le virtù e persino disposte a pagare di più per questo, ma resiste al controllo?

Il mangiare di stagione non è un’idea nuova: infatti, prima di avere rapporti commerciali ben consolidati in tutto il mondo, era l’unico modo in cui le persone mangiavano. Gli alimenti erano limitati a determinati periodi dell’anno ed erano quasi sempre prodotti localmente. Al giorno d’oggi, c’è sempre qualcosa nella stagione da qualche parte, quindi è difficile sapere cosa è disponibile nel Regno Unito (o ovunque tu viva) al momento dell’acquisto.

In effetti, un sondaggio della BBC ha suggerito che mentre il 78% degli inglesi dichiara di fare acquisti stagionalmente, solo il 5% potrebbe indicare quando le more maturano nel Regno Unito. Inoltre, sembra che non tutti sappiamo nemmeno più cosa significhi “stagionale” e “locale”, quindi da dove cominciare?

I prodotti stagionali tendono ad essere cibi coltivati ​​”localmente” nel periodo dell’anno in cui sono stati tradizionalmente abbondanti, senza l’ausilio di tunnel di polietilene o riscaldamento artificiale, ecc. anno quando è “stagionale”, riducendo così i prezzi in quella zona.

Quindi, è importante che mangiamo stagionalmente? Ci sono una serie di argomenti, non tutti in grado di reggere il confronto, ma diamo un’occhiata a tutti.

6b84bb75-ad17-4ffe-b1d2-734e572fc5c3-72829_1-1

Le scatole di verdure locali / stagionali sono ora molto diffuse

Ha un sapore migliore . Uno degli argomenti principali per i cibi stagionali e prodotti localmente è che hanno un sapore migliore, poiché crescono nelle condizioni in cui si è evoluto per crescere in modo ottimale. Il cibo locale dovrebbe, in teoria, essere anche più fresco, poiché ha meno distanze da percorrere per arrivare ai nostri piatti. È difficile determinare se in un test di assaggio alla cieca qualcuno di noi potrebbe davvero capire la differenza tra un pomodoro locale e uno straniero, ad esempio, specialmente se cucinato in un pasto, ma quando in insalata o mangiato senza troppi aromi, prodotti locali / stagionali potrebbe avere più profondità di sapore.

È più nutriente. Si pensa che gli alimenti prodotti localmente contengano più nutrienti, poiché c’è un tempo più breve tra la loro raccolta e l’arrivo sulla tavola. Gli alimenti prodotti localmente hanno anche più tempo per maturare, aumentando ulteriormente i livelli di nutrienti. Tuttavia, questo non è il caso di tutti i prodotti: tutto ciò che viene congelato tende a conservare più nutrienti rispetto alle controparti fresche, poiché vengono congelate immediatamente dopo essere state raccolte. Allo stesso modo, cibi più “sostanziosi” come mele, arance, pompelmi e carote sono in grado di trattenere i loro nutrienti anche se percorrono lunghe distanze.

L’acquisto di cibo prodotto localmente aiuta a sostenere l’economia locale . Poiché molti prodotti stagionali vengono coltivati ​​localmente, l’acquisto stagionale aiuta a sostenere gli agricoltori locali e aiuta l’economia locale. Se acquisti anche da piccole fattorie, è probabile che tu riceva una varietà di prodotti che potresti non trovare nel tuo supermercato locale. Acquistare da aziende agricole locali può aiutare a rilanciare l’economia della zona.

È più sostenibile. O è? È vero che se coltivassi le tue verdure di stagione, sarebbero il più sostenibili che potresti ottenere (coltivare ortaggi a casa è anche storicamente molto importante!). Per fortuna, la domanda di energia per le verdure coltivate nel Regno Unito è generalmente inferiore ai loro equivalenti importati, a parte poche eccezioni degne di nota. Melanzane, cetrioli, peperoni e pomodori nel Regno Unito sono spesso coltivati ​​in serre riscaldate, che sono estremamente ad alta intensità energetica. In questi casi, trasportare i prodotti dall’Europa su lunghe distanze consuma meno energia primaria rispetto alla loro coltivazione nel Regno Unito, a condizione che provengano dall’Europa e trasportati su strada e via mare, non per via aerea. Cavolo, sedano e cavoletti di Bruxelles sono la verdura più sostenibile dal punto di vista ambientale che possiamo mangiare nel Regno Unito e gli asparagi il meno.

È più economico . Sebbene i prodotti “prodotti localmente” non abbiano lo stesso prezzo “premium” dei prodotti biologici, le persone sono ancora disposte a pagare di più per questo, nonostante il fatto che intuitivamente dovrebbe essere più economico. Per questo motivo, anche se intuitivamente dovrebbe costare meno, non è sempre così.

Allora, quando è meglio mangiare stagionalmente?

Quando si mangiano prodotti crudi / freschi, le verdure locali e di stagione possono avere un sapore notevolmente migliore e possono anche essere più nutrienti. Gli alimenti che possono essere raccolti quando sono completamente maturi (a differenza di quelli raccolti precocemente in modo che possano essere trasportati ulteriormente) possono essere più nutrienti e quindi avere un sapore migliore. Se stai mangiando molti cibi crudi o non aromatizzati, questa differenza di sapore potrebbe significare che vale la pena acquistare prodotti locali piuttosto che importazioni.

Cavolo, sedano e cavoletti di Bruxelles sono i prodotti britannici più sostenibili che puoi mangiare e dovrebbero essere consumati sempre di stagione, se possibile. A parte questo, l’importazione di verdure coltivate in serre non riscaldate in Europa ha un impatto inferiore rispetto alle verdure del Regno Unito coltivate in serre riscaldate (ad esempio melanzane, cetrioli, peperoni e pomodori), nonostante il trasporto.

Le verdure trasportate via aerea hanno un impatto circa cinque volte maggiore rispetto ai prodotti nazionali, quindi nel caso di una scelta tra verdure prodotte localmente e quelle trasportate via aerea, scegli sempre prodotti locali.

È importante tenere presente che, nonostante tutte queste informazioni, mangiare verdure è sempre più rispettoso dell’ambiente che mangiare carne rossa e la natura confusa delle etichette degli alimenti non dovrebbe scoraggiarti da una dieta a base vegetale o ricca di piante . Nonostante le complicazioni, le diete a base vegetale sono le più adatte per combattere il cambiamento climatico.

Inoltre, lo spreco alimentare è uno dei principali responsabili dell’aumento dell’impatto del cibo sul nostro ambiente . Ridurre lo spreco alimentare in generale, piuttosto che concentrarsi sull’acquisto di prodotti locali, può avere un impatto più positivo sul nostro ambiente. 4,2 milioni di tonnellate di cibo e bevande evitabili vengono sprecate ogni anno nelle famiglie del Regno Unito, per un valore di 12,5 miliardi di sterline.

Lo spreco di cibo e bevande colpisce i nostri portafogli ed è un drenaggio finanziario per le autorità locali che devono pagare per la raccolta e il trattamento dei rifiuti alimentari. Ha un impatto dannoso sull’ambiente, sprecando i materiali, l’acqua e l’energia utilizzati nella sua produzione. Invece di spendere di più per i prodotti locali, prova a sprecare meno dei prodotti che hai già .

1-s2.0-S0048969719319758-ga1_lrg

Come le varie verdure influiscono sull’ambiente considerando diversi fattori

1-s2.0-S0048969719319758-gr2

Il consumo energetico complessivo di varie verdure (PED MJ / kg)

  • I prodotti locali / stagionali sono generalmente visti come superiori in molti modi, dal gusto alla sostenibilità fino all’economia.
  • Quando si scelgono i prodotti agricoli, acquistare prodotti britannici tranne nel caso in cui si utilizzino serre riscaldate.
  • Evita sempre le verdure trasportate per via aerea. Optare per ortaggi marittimi e terrestri quando importati.
  • Le piante sono generalmente migliori della carne, soprattutto quella rossa.
  • Riduci lo spreco di cibo. Se fai una cosa per mangiare in modo più sostenibile, smetti di buttare via così tanto cibo.
  • Vuoi conoscere le migliori scatole di verdure stagionali per ottenere più verdure? Dai un’occhiata a questo articolo che ho scritto per Bustle.
Alessandro

Lascia un commento